Turismo a Matera: partiamo dal terminal bus

Montescaglioso3Pasqua e Pasquetta all’insegna del tutto esaurito a Matera, ma la Città non è organizzata; è un’estrema sintesi che anche la Confesercenti materana fa propria alla luce di quanto riferiscono i titolari di attività commerciali.

Incriminato principale per Pasqua e soprattutto Pasquetta è il traffico; gli autoveicoli in arrivo (campers, autobus e autovetture) dei turisti e le vetture dei residenti che per il cattivo tempo non hanno potuto compiere gite fuori porta, hanno letteralmente paralizzato alcune fra le arterie principali cittadine e, in alcune ore, anche quelle degli antichi Rioni Sassi.

E’ impensabile subire la copiosa e pacifica invasione di turisti senza pensare di dotarsi di un Ufficio comunale che si occupi di accoglienza turistica intesa in senso lato; una task force insomma che coordini l’accoglienza del turista, trasversale a tutti i settori (attività produttive, cultura, traffico, Polizia Locale, servizi, ecc.) e che faccia trovare la Città quotidianamente pronta all'”utilizzo” del turista, visto l’importante appuntamento che ci attende nel 2019.

Un terminal bus per esempio è un caposaldo imprescindibile perchè servirebbe a razionalizzare i flussi in entrata, per non congestionare il traffico cittadino, che offra una serie di servizi fra cui i bus navetta da e per i Sassi; a tal proposito alcuni imprenditori di Confesercenti hanno dichiarato la loro disponibilità a gestire privatamente il parcheggio multipiano di Via Saragat, munendolo di tutti i servizi necessari accollandosi ovviamente i costi per riattarlo e renderlo funzionale.

Molti di questi esempi dovrebbero essere concretizzati per rendere Matera veramente accogliente e a misura del turista.