Con l’introduzione della Cosap a Matera stop ai furbetti del sabato …

piazza-marconi1[1]             Il Regolamento COSAP relativo al Canone Occupazione Spazi ed aree pubbliche dota finalmente il Comune di Matera di un nuovo strumento per la lotta all’abusivismo commerciale; infatti in esso sono contenute una serie di disposizioni molto efficaci per non procedere al rinnovo della concessione/autorizzazione all’occupazione suolo pubblico da parte di chi non abbia provveduto ad assolvere i pagamenti a favore del Comune di Matera relativi a precedenti occupazioni di spazi o aree pubbliche.

Inoltre, sempre nel Regolamento è previsto espressamente che decade dalla concessione per il mancato versamento di tutto o parte del canone concessorio, chi, entro sessanta giorni dal ricevimento dell’avviso di messa in mora, non abbia adempiuto al pagamento del canone alla scadenza prevista.

Tradotto in termini pratici significa che i numerosi abusivi che frequentano le nostre piazze e mercati si vedranno revocare le concessioni/autorizzazioni se nel congruo termine di sessanta giorni dal ricevimento dell’avviso di messa in mora – sappiamo per certo che i competenti Uffici comunali si stanno già adoperando in tal senso – non provvederanno a versare il dovuto.

Di contro l’Amministrazione Comunale potrà sanare situazioni ataviche dovute alla nebulosità di normative che non prevedevano revoche per chi non era in regola con i pagamenti spettanti per l’esercizio della propria attività.