Nel Materano il settore terziario in ginocchio per la neve di questi giorni

R_ETE_ImpreseItaliaNel Materano il settore terziario è in ginocchio a causa delle abbondanti precipitazioni nevose dei giorni scorsi e del perdurare del ghiaccio che ostacola le normali operazioni complementari; è quanto denuncia Leonardo Montemurro, Presidente di Rete Imprese per l’Italia della provincia di Matera.

Soppresse tutte le iniziative natalizie nel week end dell’Epifania, così come lo shopping iniziale legato ai saldi invernali; non c’è stato il normale afflusso di pendolari turistici e soprattutto non ci sono state vendite legate a quei giorni perchè la gente è rimasta in casa.

Non ci sono stati gli approvvigionamenti di prodotti alimentari deperibili e di prima necessità perchè, a causa della nevicate, c’è stato il divieto di circolazione dei mezzi pesanti e quindi nessun approvvigionamento di materie prime e merci soprattutto nei negozi e supermercati.

I mercati cittadini sono stati inagibili per alcuni giorni e ancora oggi sono bloccati da cumuli di ghiaccio e dal mancato approvvigionamento idrico.

Idem per le attività artigianali che non ricevono materia prime ed hanno enormi difficoltà nella consegna o nella posa in opera dei manufatti; alcuni titolari lamentano, per il settore, la mancata possibilità di mettere in cassa integrazione i propri dipendenti.

Insomma un danno economico non quantificabile e da inserire nelle occasioni perse perchè nel dinamismo di mercato i consumi quasi mai sono rinviabili.

Problemi nei giorni scorsi anche sulla costa ionica alle prese con le nevicate; anche lì la situazione, sia pur di durata più breve, ha creato disagi.

E’ chiaro che siamo stati interessati da un fenomeno naturale senza precedenti, ma è pur chiaro che ci sono stati disservizi che si potevano evitare visto che una settimana prima erano stati abbondantemente annunciati; la macchina comunale ha mostrato parecchie lacune attribuibili evidentemente all’inesperienza, ma non solo. Il sindaco di qualche paese viciniore ha lanciato grida di allarme chiedendo aiuto ai concittadini! A Matera questo non è avvenuto evidentemente perchè tutto era stato pianificato ma purtroppo, ancora stamattina, il risultato è sotto gli occhi di tutti.