CNA esprime il Presidente di Rete Imprese per l’Italia della provincia di Matera

R_ETE_ImpreseItaliaSi è tenuta nei giorni scorsi l’Assemblea provinciale delle Associazioni costituenti Rete Imprese Italia della

Provincia di Matera (Confartigianato, CNA, Casartigiani, Confcommercio e Confesercenti)

 con all’ordine delgiorno il rinnovo delle cariche sociali. Applicando il principio della turnazione è stato designato

a succedere Francesco Lisurici, presidente uscente in rappresentanza del mondo del commercio, Leo Montemurro,

Presidente provinciale di CNA il quale sarà coadiuvato nel ruolo di Segretario da Dino Ventrella Direttore

Confcommercio.

I presenti nel ringraziare il Presidente uscente Lisurici per l’impegno profuso nel periodo in cui ha ricoperto

l’incarico di portavoce hanno discusso di come mettere in condizione Rete Imprese di essere sempre più

protagonista in tema di scelte programmatiche, politiche e strategiche senza che tutto ciò tolga spazi alla

operatività delle singole Associazioni ma, anzi, ne valorizzi la propria azione quotidiana a tutela e salvaguardia

delle imprese iscritte.

Quindi si è deciso di rilanciare l’aspetto politico-programmatico concentrando l’attenzione sulla

Amministrazione Comunale di Matera come pure sulla Regione Basilicata, che ad esempio a distanza di oltre

4 anni dall’avvio della discussione sulla nuova legge regionale in materia di commercio non ha ancora

concluso alcunché di significativo. Ma anche sul mondo dell’artigianato che a più di un anno dalla

approvazione della nuova legge regionale in materia di artigianato nulla si muove. Alcune di queste

problematiche verranno di sicuro riproposte con forza all’interno del cartello datoriale “Pensiamo Basilicata”

che vede la contemporanea presenza di tutte le Organizzazioni costituenti Rete Imprese.

Nuova e attenta attenzione è stata posta al tema della regionalizzazione delle Camere di Commercio alla luce

del Decreto approvato sul finire del mese di agosto dal Consiglio dei Ministri , condividendo la necessità che

ci muova nel solco di una azione tesa a garantire la presenza istituzionale del Sistema Camerale Lucano a guida

politica delle Associazioni di categoria provinciali a Matera in vista dell’anno 2019, anno in cui Matera

assolverà agli oneri ed onori derivanti dalla sua designazione a Capitale Europea della Cultura.